black friday
Black Friday
Novembre 15, 2017
colore pantone 2018
Colore Pantone 2018: Ultra Violet
Gennaio 8, 2018

Natale a Londra

natale

7 alberi di Natale firmati da stilisti, designer e artisti addobbano Londra. Il risultato è una magia natalizia spettacolare.

Tra tutti i luoghi al mondo Londra è la più unica ed elegante per trasmettere la magia del Natale. Dalle luminarie di Oxford Street ai negozi addobbati a festa, ai mercatini tipici alle chiese di quartiere.

Ma cosa succede quando alberghi, ristoranti e musei, commissionano a stilisti, designer e artisti la creazione dell’ albero di Natale? Nascono delle vere e proprie opere multisensoriali.

Tra i tanti, sette, risultano i più unici e belli.

L’artista John Booth firma l’albero del London Edition Hotel. Nasce l’albero del Lobby Bar dell’albergo , formato dall’illustratore, famoso per la sua estetica grafica con collage a più strati di trame e colori .Per questo progetto, molto simile alle creazioni che realizza nel suo studio, Booth si è ispirato all’astrattismo e ad artisti come Karel Appel e Betty Woodman. Le decorazioni dell’albero saranno vendute dalla galleria House of Voltaire, e parte il ricavato sarà devoluto all’Albert Kennedy Trust.

Il secondo degno di nota è l’albero di Ace Hotel, una proiezione firmata dal fotografo islandese Sebastian Zeigler.L’albero si chiama Evergreen ed è una proiezione che racconta la storia di un abete rosso norvegese. In onda tutto il giorno, è una vera e propria reinterpretazione del tradizionale albero di Natale.

Di seguito, fino al 28 dicembre da Harrods è possibile ammirare le splendide vetrine create dagli stilisti per l’occasione del Natale.Un vero e proprio capolavoro ispirato al Teatro dei pupi e delle marionette i cui protagonisti sono due attori d’eccellenza sotto forma di marionette mobili. Le sagome di Domenico Dolce e Stefano Gabbana.

Poco distante c’è l’albero, che si affaccia sull’entrata di Hans Crescent. E’ abbellito da luci coloratissime e grandi nastri dorati. La base è realizzata con fantasie e forme delle tipiche scatole siciliane.

Lee Broom crea un albero di vetro all’Aqua Shard. Il designer britannico ha realizzato, insieme a Nude, un albero spettacolare nell’atrio del ristorante Aqua Shard, al 31° piano del grattacielo firmato Renzo Piano.

245 luci a sospensione a LED in vetro soffiato a mano formano un albero di luce alto sei metri con vista sullo skyline di Londra.

L’albero del Nobu Hotel parla, invece, giapponese ed è firmato Papershake. L’hotel ha commissionato ai maestri degli origami Papershake la creazione di un albero di tre metri di altezza per la sua hall. Il risultato è un capolavoro che combina elementi dell’antica arte giapponese con le più moderne tecniche di progettazione parametrica.

Anche la posizione è stata studiata. L’ albero di Natale infatti è installato accanto alla parete principale della hall dell’hotel.

Invece l’albero del Claridge’s lo firma Karl Lagerfeld. Una serie di abeti rossi montati al contrario e disposti nella hall dell’albergo ci conducono visivamente al “centrotavola”. Un enorme albero rovesciato alto 2 metri e ispirato ai ricordi d’infanzia di Lagerfeld.

L’albero è decorato con decorazioni tradizionali in argento, piume, fiocchi di neve, candele, tutti realizzati a mano da artigiani in Germania. Sotto l’albero un grande tappeto di pelle di pecora islandese bianco crea l’effetto di una nevicata fresca.

Infine l’albero canterino del V&A Museum progettato da Es Devlin si chiama The Singing Tree. Incanta tutti i visitatori che entrano nel museo dall’ingresso principale di Cromwell Road. Una nuvola di parole fluttuanti, proiettate su piccoli pezzi di legno, accompagnate da una serie di suoni stratificati di voci generate e musica.

Nelle prossime settimane, i visitatori saranno invitati a contribuire con una parola o una frase d’amore e di festa. Le “poesie” saranno poi combinate ed elaborate tramite algoritmi testuali e sonori per accrescere e variare questa scultura polifonica. L’albero è creato in collaborazione con il video designer Luke Halls, il creativo tecnologo Ross Goodwin, l’agenzia creativa Sunshine e la musica di Res.Lab.

http://alberi-design-londra