ADI Design Index
ADI Design Index
Ottobre 17, 2017
palermo
Palermo: arte a palazzo
Luglio 6, 2018

Biennale di Venezia 2018

biennale di venezia 2018

La Biennale di Venezia 2018, arrivata alla 16° edizione, si svolge dal 26 maggio al 25 novembre 2018 ai Giardini e all’Arsenale.

La Biennale di Venezia 2018, curata da Yvonne Farrell e Shelley McNamara, ha come titolo Freespace. Un modo per rappresentare la generosità e il senso di umanità che l’architettura colloca al centro della propria agenda, concentrando l’attenzione sulla qualità stessa dello spazio.

Con questo tema la Biennale di Venezia 2018 presenta al pubblico esempi, proposte, elementi di opere che esemplificano le qualità essenziali dell’architettura.

La modulazione, la ricchezza e la materialità delle superfici, l’orchestrazione e la disposizione in sequenza del movimento, rivelano le potenzialità e la bellezza insite nell’architettura.

La Mostra Freespace si articolerà tra il Padiglione Centrale ai Giardini e l’Arsenale, includendo 71 partecipanti.

Ai partecipanti saranno affiancati quelli raccolti in due sezioni speciali. La prima si intitola Close Encounter, meetings with remarkable projects e presenterà lavori che nascono da una riflessione su progetti noti del passato. La seconda, dal titolo The Practice of Teaching, raccoglierà lavori sviluppati nell’ambito dell’insegnamento.

A proposito di queste sezioni, le curatrici hanno spiegato di aver scoperto invenzione e creatività alla micro e alla macro scala. Edifici storici rigenerati dall’intelligenza degli architetti; edifici dimenticati rivisitati e riportati alla vita; tipologie trasformative dell’abitare; necessità infrastrutturali tradotte in strutture pubbliche e civiche.

Per quanto riguarda il significato della parola Freespace, il significato del Manifesto contiene soprattutto la parola spazio, intesa come il ‘dono’ che l’invenzione architettura può potenzialmente elargire ad ogni progetto.

La Mostra sarà affiancata da 63 Partecipazioni nazionali. Sono 6 i paesi presenti per la prima volta alla Biennale Architettura: Antigua & Barbuda, Arabia Saudita, Guatemala, Libano, Pakistan, e Santa Sede.

Il Padiglione Italia alle Tese delle Vergini in Arsenale, sarà curato da Mario Cucinella con il titolo di Arcipelago Italia.

Infine, ci saranno due i Progetti Speciali della Biennale Architettura di quest’anno.

Il primo è il Progetto Speciale Forte Marghera a Mestre, a cura di Yvonne Farrell e Shelley McNamara. Consiste in un’installazione degli architetti Sami Rintala e Dagur Eggertsson.

Il secondo è il Progetto Speciale al Padiglione delle Arti Applicate presso le Sale d’Armi dell’Arsenale. Il progetto si interroga sul futuro del social housing. Presenta un frammento del complesso di case popolari, Robin Hood Gardens, che fu progettato da Alison e Peter Smithson nell’East London e completato nel 1972.

http://www.labiennale.org/it/architettura/mostra-internazionale-di-architettura