Le Belle Arti secondo Wim Delvoye
Settembre 30, 2016
jean-micheal-basquiat
Mostra dedicata a Jean-Michel Basquiat
Ottobre 21, 2016

Mostra internazionale di Architettura alla Biennale di Venezia

Fino al 27 novembre 2016, ai Giardini e all’Arsenale, sarà aperta la 15. Mostra Internazionale di Architettura dal titolo “REPORTING FROM THE FRONT”, diretta da Alejandro Aravena e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta. “REPORTING FROM THE FRONT” presenta la battaglia per migliorare la qualità degli spazi e, di conseguenza, della vita. Il manifesto dell’evento ha come soggetto una foto di Bruce Chatwin: l’immagine dell’archeologa Maria Reiche che studia le linee di Nacza nel deserto peruviano. Un gesto semplice per una diversa comprensione, cambiando il punto di vista, per scrutare un più vasto orizzonte e conquistare un “expanded eye”. La Mostra è affiancata da 65 Partecipazioni nazionali negli storici Padiglioni ai Giardini, all’Arsenale e nel centro storico di Venezia. L’evento si snoda in un unico percorso espositivo, includendo 88 partecipanti provenienti da 37 paesi. Una nota di rilievo merita il Padiglione Italia alle Tese delle Vergini in Arsenale, sostenuto e promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane, è stato affidato al team curatoriale TAMassociati e mostra, con un allestimento molto efficace e di lettura immediata, il concetto di “Taking care”: prendersi cura. Una visione dedicata alle periferie, progetti che rispondono ai requisiti di un’architettura creata con la comunità, capace di condividere bisogni e aspirazioni di tutte le persone. Infine tre sono i Progetti Speciali della 15. Mostra, uno promosso dalla Biennale, gli altri due frutto di accordi stipulati con altre istituzioni, organizzati e realizzati dalla Biennale stessa. Il primo è l’esposizione curata dall’architetto Stefano Recalcati, dal titolo Reporting from Marghera and Other Waterfronts, analizza nella sede espositiva di Forte Marghera (Mestre) progetti significativi di rigenerazione urbana di porti industriali, contribuendo a stimolare una riflessione sulla riconversione produttiva di Porto Marghera. Il secondo deriva dall’accordo di collaborazione con il Victoria and Albert Museum di Londra, che trova un suo primo passo nel Padiglione delle Arti Applicate alle Sale d’Armi dell’Arsenale, con il titolo A World of Fragile Parts, a cura di Brendan Cormier. Infine, in previsione della conferenza mondiale delle Nazioni Unite – Habitat III, che si terrà a Quito in Equador dal 17 al 20 ottobre 2016, e nel contesto del programma Urban Age, organizzato congiuntamente dalla London School of Economics e dalla Alfred Herrhausen Society, la Biennale ha allestito, sempre alle Sale d’Armi, un Padiglione dedicato al tema “Report from Cities: Conflicts of an Urban Age”, curato da Ricky Burdett, con particolare attenzione al rapporto tra spazi pubblici e spazi privati.